Il Portale di riferimento della Messina Smart City

Messina (Sala Ovale Comune di Messina), 20/04/2022

In questo periodo storico la tematica energetica è di notevole importanza e il Comune di Messina vuole affrontare la questione in modo consapevole e professionale. L’incontro tra varie istituzioni pone le basi per un lavoro importante che porterà la città ad un continuo cambiamento in ottica di una transizione energetica, più verde, più sostenibile e sempre più a misura d’uomo. Durante il Focus Group organizzato da Intellera Consulting nell’ambito del Progetto Administra, tenutosi presso la sala Ovale del Comune di Messina giorno 20 Aprile hanno partecipato le varie istituzioni prese in causa per dare la loro visione e confrontarsi liberamente su come immaginano la città nel prossimo futuro: gli stakeholder tutti attorno ad un tavolo a scrivere idee, proposte e raccontare l’attuale stato dell’arte. In particolare, scopo del focus group era l’individuazione di spunti e proposte per quella che sarà la strategia di Messina che verrà delineata nel Documento Strategico per la Transizione Energetica, in fase di redazione nell’ambito del sopracitato progetto. Il confronto partiva proprio dall’attuale situazione della città che cerca di avvicinarsi a quelle idee innovative che possono portare Messina ad essere una delle prime città siciliane ad affrontare con serietà e programmazione quella trasformazione energetica necessaria per la salvaguardia del nostro pianeta. Si è discusso molto in 3 ore di confronto e si è messo sul tavolo davvero tantissime idee che offrono un contributo alla delineazione dei tratti della Messina del futuro

Partendo dal concetto che i veicoli elettrici diventeranno i veri protagonisti del prossimo decennio, ci sono tante idee poste sul tavolo di confronto per favorire chi sceglie l’elettrico. Per esempio, oltre alle varie colonnine per la ricarica delle autovetture, ad oggi ancora poche e che comunque non sono gestite da comune ma da soggetti terzi che chiedono regolare concessione, la città dovrebbe pensare a realizzare delle strumentazioni che possano essere utili ai cittadini come, per esempio, la possibilità di ricaricare piccoli veicoli, monopattini e bici, direttamente dai pali che illuminano le strade, un po’ come accade in altre città europee. Inoltre, si dovrebbe pensare a dotare la città di colonnine elettriche più vicine ai condomini periferici e non solo al centro città, così da decongestionare il flusso di auto e dare l’opportunità al cittadino di ricaricare l’autovettura quando rientra a casa e non più quando è a lavoro.

Si è parlato anche di costruzione edilizia e di dare nuove regole per la realizzazione di edifici all’interno della città, nonchè di energie rinnovabili obbligatorie per ogni costruzione. Si è aggiunta l’idea di strutturare opere utili a migliorare la vivibilità dell’edificio non solo esteticamente ma soprattutto in ottica di una sostenibilità energetica e ambientale. Altro spunto di discussione è stato quello dell’eco-architettura e della presenza del verde negli edifici, sullo spunto del “bosco verticale” dell’innovativa Milano, aspetto che ha fatto riflettere su quanto un quartiere residenziale ecologico possa diventare luogo di aggregazione e anche turistico.

In conclusione, il focus group ha offerto numerosissimi spunti grazie ad un approccio collaborativo che ha visto le istituzioni trattare le tematiche in maniera fortemente sinergica. Spunti caratterizzati da una forte concretezza che rappresentano importanti tasselli per percorso di Transizione Energetica di Messina.